La storia del Liceo

Il liceo scientifico "Vittorio Veneto" è stato fondato il 1°  ottobre 1923,  anno in cui con la Riforma Gentile furono soppresse le sezioni moderna dei Licei-Ginnasi classici e fisico–matematica degli Istituti tecnici, in sostituzione delle quali furono delineati per la prima volta i percorsi istituzionali dei regi licei scientifici. In un primo tempo la durata prevista del nuovo corso di studi era di quattro anni, con alcune limitazioni per l'iscrizione ad alcune facoltà universitarie.

Il nome del liceo si ispira alla grande battaglia di Vittorio Veneto con la quale l’esercito italiano, comandato dal generale Diaz, debellò definitivamente quello austro-ungarico, segnando il termine del primo conflitto mondiale.

Il “Vittorio Veneto” fu costituito inizialmente da un solo corso ma, successivamente, per soddisfare le richieste delle famiglie, vennero aggiunti prima uno e poi altri due corsi completi, che però non risultarono sufficienti a sistemare tutti gli alunni che avevano presentato domanda per essere iscritti.

Al momento della sua fondazione il liceo fu ubicato nell’ala di sinistra di un vasto fabbricato di proprietà del Municipio di Milano, situato in fondo a via Commenda e già occupato nel corpo centrale e nell’ala destra dal liceo-ginnasio classico "Giovanni Berchet". Dopo un temporaneo trasferimento in via Circo, nel 1957 fu inaugurata l’attuale sede in via Angelo De Vincenti.

Essa è situata all'interno di una più ampia struttura con palestre, attrezzature sportive esterne, una discreta zona verde con alberi ad alto fusto, siepi, prati, cespugli e un edificio gemello, sede dell'ITIS "Ettore Conti", con cui condivide l'Aula Magna.

Negli anni Sessanta sono iniziati i Corsi Pilota per l'insegnamento della fisica, della chimica e della biologia, che si sono conclusi negli anni settanta.

Nel 1970 è iniziata la sperimentazione dì fisica nel biennio riservata ad un solo corso.

Nel 1979 la sperimentazione di fisica nel biennio si è estesa a tutti ì corsi.

Nel 1987 è iniziata la sperimentazione di matematica e informatica secondo il PNI (piano nazionale per l'informatica).

Dal 1994 la sperimentazione di matematica - informatica e fisica si è estesa anche al triennio per tre corsi. Nello stesso anno è iniziata la sperimentazione per l'insegnamento di due lingue in un corso e nell'anno successivo è proseguita in due corsi.

Dal 2002 infine è iniziata la sperimentazione di scienze su un corso, proseguita ed estesa poi su tre corsi.

La tradizione sportiva del Liceo, caratterizzata dalla partecipazione vittoriosa di rappresentanze ai giochi studenteschi, dalla capacità di formare campioni di livello nazionale è stata premiata per moltissimi anni dal conferimento definitivo del trofeo Tortoreto, per la migliore scuola in ambito provinciale.

Il Liceo "Vittorio Veneto" è stato storica parte della formazione culturale di numerosissimi allievi che hanno in seguito messo a frutto con successo, in diversi campi del lavoro, gli insegnamenti ricevuti.

Uno per tutti, per il riconoscimento di rilievo mondiale, ricordiamo il nome dell'ex allievo Riccardo Giacconi, laureato in fisica all’Università di Milano, Premio Nobel per la Fisica nel 2002, conseguito in comune con altri due scienziati, per “il contributo pionieristico all’astrofisica a raggi X”. Riccardo Giacconi lavora da tempo negli USA.